scuola di cucito: conoscere i tessuti

scuola di cucito conoscere i tessutiper utilizzare la stoffa per i tuoi progetti di cucito hai bisogno innanzi tutto di conoscere i tessuti e la struttura di cui sono composti, fili intrecciati e tessuti in orizzontale e verticale

partiamo dall’armatura di un tessuto che è il modo in cui si intrecciano i fili della trama con quelli dell’ordito

conoscere i tessuti: l’ordito e la trama

conoscere i tessuti ordito trama

l’ordito è l’insieme dei fili tessuti in verticale, sono quelli che ne determinano la lunghezza e anche quelli più spessi e robusti, quando si posizionano i cartamodelli sul tessuto si segue la linea dell’ordito

la trama del tessuto è composta dai fili tessuti in orizzontale che ne determinano la larghezza del tessuto stesso

conoscere i tessuti: la cimosa

conoscere i tessuti la cimosa

la cimosa è il bordo esterno del tessuto, esattamente i bordi esterni perchè sono 2, delimita la stoffa su entrambi i lati del tessuto su tutta la lunghezza, si riconosce facilmente dalla diversa tessitura dei fili molto fitta e resistente

la cimosa tiene unito e protegge il tessuto, inoltre serve anche per tendere la stoffa durante la stiratura industriale, il tessuto viene agganciato tramite piccoli ganci  che si infilano sulla linea del bordo fitta

quindi la parte esterna della trama è già ben rifinita ed è molto utile sfruttarla nei punti giusti del modello a patto che rientri nella cucitura interna del lavoro, sul dritto deve rimanere invisibile perchè oltre al diverso tipo di tessitura, sono presenti lungo tutta la linea della cimosa dei forellini poco estetici

comunque c’è da dire che non tutte le cimose dei tessuti sono regolari e pulite, alcune è meglio tagliarle via già prima di iniziare a tagliare il modello

quanto è alto un tessuto?

l’altezza del tessuto è la misura della stoffa che va da una cimosa all’altra, l’altezza può essere semplice o doppia

altezza semplice

si dice altezza semplice quando la misura che va da cimosa a cimosa varia tra i 70/100 cm e il tessuto è avvolto tutto intero sul supporto di cartone

doppia altezza

si dice doppia altezza quando la misura che va da cimosa a cimosa misura 140/150 cm, il tessuto è avvolto piegato a metà sul supporto di cartone

ci sono poi i tessuti che hanno una misura da cimosa a cimosa di 200/300 cm per le tele da biancheria di casa come tende, coperte, lenzuoli, tovaglie e tessuti da rivestimento di divani e poltrone e i tulle

 l’armatura del tessuto

l’armatura di un tessuto è il modo in cui si intrecciano i fili della trama con quelli dell’ordito, le principali sono armatura piana o tela, la più semplice fatta di incroci regolari di trama e ordito

armatura saia o diagonale qui il filo della trama passa al di sotto di un filo dell’ordito e poi sopra a 2 fili di ordito

armatura satin o raso produce tessuti più lucidi ma meno resistenti

armatura a maglia dove non c’è ordito e trama ed è simile all’intreccio del lavoro a maglia ma molto più sottile

conoscere i tessuti: lavorazioni particolari

ci sono dei tessuti con lavorazioni paricolari e diversa consistenza a seconda della lavorazione con cui è stato tessuto e che hanno dei nomi ben precisi con cui si ri riconosce ogni motivo

tessuto operato– è un tessuto con disegni molto marcati e un pò sollevati dal resto della stoffa che sono ottenuti direttamente in fase di lavorazione

tessuto cangiante– è un tessuto che cambia colore a seconda di come viene mosso creando particolari effetti lucenti

tessuto damier– è il tessuto con lavorazione a scacchi

tessuto double-face– è un tessuto che non ha il rovescio, i due lati sono perfettamente identici ed entrambi al dritto

tessuto matelassè– è un tessuto con lavorazione a rilievo che sembra essere imbottito, è ottenuto con tessuti in doppio e intrecciati tra loro

tessuto pettinato– tessuto a trama fitta in cotone, seta, lana o altre fibre

tessuto occhio di pernice– è un tessuto con disegni di piccoli punti, da questi prende appunto, il nome

tessuto pied de poule– tessuto operato con particolari disegni a due colori che ricordano le zampette di una gallina

tessuto a pois– è un tessuto con disegni regolari di piccolio puntini o pallini un pò più grandi

tessuto stampato– è un tessuto dove i disegni sono proprio stampati dopo aver terminato la tessitura

come riconoscere il dritto e il rovescio del tessuto

scuola di cucito dritto e rovescio del tessuto

ci sono vari elementi che ti permettono di capire qual’è il dritto e il rovescio di un tessuto, alcuni si riconoscono a colpo d’occhio, altri hanno bisogno di essere controllati più accuratamente

  • sui tessuti stampati il motivo disegnato è più nitido e preciso sul dritto
  • se sono presenti parole scritte, numeri e colori sono sul dritto del tessuto
  • quando acquisti un tessuto al metro di solito la parte in vista è sempre il dritto
  • ci sono tessuti double-face che non hanno un dritto e un rovescio, solitamente sono i tessuti di cotone a quadretti

conoscere i tessuti: drittofilo

conoscere i tessuti la cimosa

 

il drittofilo è la direzione che seguono i fili della lunghezza del tessuto, è importante capire questo per il posizionamento dei cartamodelli o per segnare il modello manualmente

per essere ancora più precisi possiamo dire che il drittofilo è sempre parallelo alla cimosa, un capo tagliato storto non in drittofilo darà dei brutti difetti di vestibilità

conoscere i tessuti drittofilo

piegare la stoffa nel senso della larghezza

scuola di cucito larghezza e lunghezza del tessutoquesto è il modo di piegare o tagliare la stoffa nel senso della larghezza, piegare il tessuto dalla cimosa verso l’interno

piagare la stoffa nel senso della lunghezza

conoscere i tessuti piegare nelle lunghezzaquesto invece è il modo di piegare o tagliare la stoffa nel senso della lunghezza, piegando il tessuto con la cimosa sui lati

piegare la stoffa a sbieco

come tagliare in sbieco un tessutoquesto è il modo di piegare o tagliare la stoffa in sbieco, qual’è la differenza? il taglio a sbieco rende i tessuto un pò elastico  ed è utile in tante occasioni che vedremo più avanti

conoscere i tessuti: come pretrattare prima del taglio

prima di tagliare un tessuto deve essere pretrattato per non avere brutte sorprese, infatti, dopo aver lavato il capo cucito la prima volta potrebbe restringersi

le fibre dei tessuti con il primo lavaggio si ritirano per compattarsi perciò la stoffa si restringe un pò ma anche se poco basta per rovinare irrimediabilmente un capo cucito, la gonna aderente potrebbe non chiudersi più, i pantaloni potrebbero essere troppo corti e una tenda potrebbe accorciarsi di ben 6-7 cm

per capire come pretrattare un tessuto bisogna prima capire di che fibra è composto, i tessuti si distinguono in 3 grandi categorie principali

  • tessuti con fibre naturali
  • tessuti con fibre sintetiche
  • tessuti con fibre artificiali

come restringere le fibre dei tessuti?

scuola di cucito pretrattare i tessuti

è molto semplice, basta un lavaggio in lavatrice senza centrifuga oppure meglio ancora mettere a mollo il tessuto piegato più volte in una bacinella capiente con acqua calda senza detersivo per qualche ora

poi si toglie la stoffa dall’acqua e si fa sgocciolare senza strizzare troppo, infine si apre il tessuto e si fa asciugare con le cimose in giù, il tessuto deve stare dritto per evitare di inclinare la trama, poi si ritira il tessuto leggermente umido e si stira sul rovescio prima di tagliare

conoscere i tessuti particolari

parliamo dei tessuti in lana e simili che hanno bisogno di un trattamento diverso, la cosa migliore sarebbe restringere le fibre con un lavaggio a secco

in alternativa si può usare un vecchio trucco della nonna, si arrotola il tessuto in lana tra due grandi asciugamani umidi per 1 giorno o una notte poi si fa asciugare in piano e infine si stira con il ferro a vapore proteggendo la lana con un  panno di cotone

conoscere i tessuti : attenzione ai difetti!

prima di tagliare il tessuto è bene prendere l’abitudine di controllare sempre tutta la superfice interna della stoffa per verificare che non ci siano difetti, nodi, fili rotti o colori sbiaditi, attezione sopratutto agli scampoli che potrebbero nascondere all’interno delle cuciture di unione di due pezzi di stoffa

non è necessario lasciar perdere gli scampoli che molto spesso sono degli ottimi affari sopratutto se sono tessuti di marca, devi solo controllare e tenerne conto nella misurazione della quantità di stoffa occorrente, una volta individuato il difetto basta solo evitarlo quando si taglia la stoffa

come trattare i tessuti speciali

ci sono tessuti particolari che si possono tagliare e cucire in una sola direzione e per questo potrebbere essere necessaria una quantità maggiore di stoffa

i tessuti speciali sono il velluto, il fustagno, i tessuti fantasia, i tessuti a righe e a quadri, i tessuti elastici solo in un senso

il velluto e il fustagno

se accarezzi il velluto e tutti i tessuti simili, sentirai che il pelo della stoffa segue una direzione, scorrendo la mano nella direzione giusta sentirai un effetto morbido e piacevole, al contrario, se la mano scorre nella direzione contraria sentirai un leggero fastidio, inoltre puoi vedere che il colore cambia di tonalità nei due sensi

per questo motivo i tessuti in velluto e simili devono essere tagliati nella stessa direzione, con il pelo verso l’alto il colore è più intenso, con il pelo verso il basso il colore appare più opaco

tessuti a righe e a quadri

i tessuti a quadretti piccoli possono essere regolari oppure no, questo significa che i quadretti potrebbero esserci problemi se la stoffa deve essere tagliata e cucita in più direzioni come per esempio in un angolo per cui nonostante il taglio sia perfetto la cucitura potrebbe risultare sfalzata

per i tessuti a righe è ovvio che dovrete seguire sempre una linea o in verticale oppure in orizzontale, tieni conto dell’effetto che vuoi ottenere con le righe in verticale l’effetto ottico è di allungamento mentre con le righe in orizzontale l’efftetto è di allargare

tessuti con fatasie grandi

i tessuti con fantasie piccole non danno alcun problema possono essere cucite senza particolari attenzioni mentre con i tessuti con fantasie grandi bisogna raggionarci un pò prima di procedere al taglio

che sia un capo d’abbigliamento oppure una tenda i motivi con fantasie grandi devono essere allineati altrimenti per effetto ottico sembreranno storti, quindi in una tenda i disegni devono essere allineati ma anche su una giacca

per concludere

per concludere alcuni suggerimenti utili:

  • prima di tagliare un tessuto assicurati che all’interno non ci siano pieghe
  • se devi applicare decorazioni in pizzo, nastri o comunque unire 2 stoffe diverse assicurati prima che con il lavaggio non rilasciano colore
  • taglia sempre i tessuti con forbici adatte per sartoria e ben affilate

se vuoi approndire l’argomento leggi anche l’articolo consigli utili per imparare a cucire

2 commenti su “scuola di cucito: conoscere i tessuti”

    • Grazie Maria, sono contenta che hai trovato l’articolo interessante, conoscere i tipi di tessuti e le caratteristiche di ogniuno, sono molto importanti nel cucito! 😀

      Rispondi

Lascia un commento