Orsetto paraspifferi fai da te: cartamodello e tutorial

orsetto paraspifferi fai da te

In questo articolo ti spiego come fare un orsetto paraspifferi fai da te, un tutorial facile e divertente con spiegazioni passo a passo da realizzare in pile o tessuto di riciclo.

Dopo aver realizzato il paraspifferi gnomo con il caldo e soffice pile, e la renna paraspifferi riciclando un vecchio maglione, per l’orsetto paraspifferi invece ho usato del tessuto vellutato marrone, un misto tra fustagno e velluto rasato che avevo da parte da molti anni e non sapevo più che farci.

Di certo il pile è il tessuto più adatto secondo me per fare pupazzi coccolosi fatti a mano ma ho colto l’occasione per sfruttare quel tessuto che altrimenti avrei buttato via senza utilizzarlo ma tu puoi utilizzare il pile o altro tessuto che più ti piace.

Ho modificato e adattato un cartamodello di orsetto per trasformarlo in paraspifferi puoi scaricarlo e stamparlo in formato A4 per utilizzarlo ma devi modificare la lunghezza delle gambe in base alle tue esigenze.

Orsetto paraspifferi fai da te: materiale occorrente

paraspifferi orsetto fai da te materiale occorrente

  • Pile di colore nocciola (per la quantità devi calcolare la lunghezza del tuo paraspifferi)
  • Ritagli di pannolenci o pile di colore panna.
  • 50×15 cm di pile o altra stoffa di colore rosso per la sciarpa (o altro colore)
  • Un piccolo ritaglio di feltro o pannolenci di colore marrone per il naso.
  • 2 occhi movibili.
  • Ovatta sintetica
  • Colla a caldo.
  • Ago e filo colore nocciola e nero.
  • Sabbiolina o riso

Cartamodello orsetto paraspifferi da stampare in A4

Salva e stampa i 4 cartamodelli in formato A4.

Orsetto paraspifferi: tutorial e spiegazioni

orsetto paraspifferi fai da te tutorial

  • Ritagliare tutti i pezzi del cartamodello, unire i 2 pezzi del corpo facendo combaciare le linee laterali.
  • Stabilire la lunghezza esatta delle gambe e aggiungere la misura mancante allungando il rettangolo del cartamodello.
  • Tagliare tutte le parti in doppio e singole seguendo le indicazioni dei colori scritte su ogni pezzo.
  • Cucire le orecchie 2 pezzi per volta dritto contro dritto, rivoltare e cucire con un punto zig zag fitto la parte interna color panna.
  • Posizionare il corpo dell’orsetto dritto contro dritto e bolccare con gli spilli, inserire le orecchie nel punto indicato con la parte cucita rivolta all’interno ( foto 3) cucire lungo tutto il corpo e le gambe lasciando un’apertura sulla base centrale del corpo di circa 15/20 cm, rivoltare sul dritto.
  • Imbottire con l’ovatta sintetica le gambe, la testa, il corpo con l’aiuto di bastoncino di legno o altro oggetto non appuntito, si può inserire alla fine un sacchetto di riso o sabbiolina per tenere fermo il paraspifferi, chiudere l’apertura con ago e filo nocciola a piccoli punti nascosti.

Come cucire le braccia dell’orsetto paraspifferi

Cucire le braccia dell’orsetto paraspifferi dritto contro dritto lungo tutta linea di cucitura, fare un taglio in prossimità della parte alta delle braccia su un solo lato.

Rivoltare sul dritto le braccia attraverso il taglio, imbottire e chiudere l’apertura con ago e filo e piccoli punti.

Come assemblare l’orsetto paraspifferi

paraspifferi orsetto fatto a mano

  • Cucire a mano con ago e filo a punto festone largo, le zampe sulle gambe e sulle braccia, il sottopancia.
  • Cucire a punto filza piccolo, il muso e il naso dell’orsetto paraspifferi.
  • Ricamare la bocca con il cotone nero da uncinetto (oppure da ricamo a 3 fili) e l’ago grosso: partendo dalla punta del naso, fare un punto filza in verticale di circa 2 cm poi con 2 punti filza per lato ricamare la curva della bocca.
  • Incollare gli occhietti movibili con la colla a caldo nel punto indicato nel cartamodello.
  • Con ago grosso e filo nero usato in precedenza, ricamare 3 punti filza leggermente curvi intorno ai lati degli occhi per fare le ciglia.
  • Dal rettangolo di stoffa/pile rossa ricavare una sciarpa tagliando i 2 bordi laterali a striscie di mezzo cm di larghezza e lunghe circa 10 cm e avvolgere intorno al collo dell’orsetto.

Lascia un commento

Translate »