riciclo creativo

il riciclo creativo esplode in questo periodo con maggiore forza sicuramente per via della crisi ma è sempre esistito, il riciclo creativo è l’arte di riciclare e trasformare vecchi oggetti o pezzi di oggetti che non servono più e quindi inutilizzabili.

Questa arte aiuta anche la nostra fantasia, ci permette di guardare con occhi diversi tutto ciò che ci circonda e stimolare la creatività.

Questo post inizia oggi ma non finisce perchè verrà aggiornato continuamente per inserire tutte le possibili idee di riciclo.

In questo promemoria trovate tutte le indicazioni per recuperare il materiale necessario da tenere da parte per realizzare i vostri progetti, io faccio sempre così non butto via niente se prima non ho recuperato tutto quello che può servire.

maglioni sciarpe giacche di lana – si possono riciclare in borse, coperte e copertine patchwork, sfilando i vari pezzi e riportandoli a gomitoli di lana si possono realizzare coperte all’uncinetto con le classiche piastrelle GRANNY PATCH CROCHET

pantaloni e gonne di jeans – si riciclano in borse, pochette, borsette, astucci per la scuola, buste per la spesa, cuscini, portatutto da muro per camerette.

borse zaini scarpe – prima di buttare via questi accessori ricordatevi di prelevare cerniere, bottoni a calamita, anelli, moschettoni, fibbie e manici che vi serviranno in tante occasioni utili per confezionare borbe all’uncinetto, di stoffa e di feltro.

pantaloni gonne giubotti camice – stesso discorso per questi capi, prima di buttarli via togliere bottoni e cerniere

accapatoi asciugamani e teli da bagno – si riutilizzano trasformandoli in stracci, guanti da bagno e salviette sempre utili

piumoni sintetici trapunte e trapuntine – non buttate via questi oggetti prima di aver tolto dall’interno dei piumoni l’ovatta sintetica molto preziosa per imbottire i nostri lavori di cucito creativo come imbottire pupazzi, bambole, cuori, fiocchi nascita, mentre per quanto riguarda le trapunte sono molto utili per prelevare l’ovatta sintetica trapuntata con la fodera per poter realizzare guanti da forno, portapane, presine, tovagliette all’americana, tappeti per bimbi, portatutto da parete per camerette.

stecchi dei gelati di legno – per decorare le tegole tridimensionali, gli stecchi riciclati sono identici a quelli che si acquistano per fare le staccionate, i portoni e le panchine anche per le case delle bambole e se sono marchiati basta una pennellata di colore e sono perfetti

lattine di metallo – si possono riciclare in vari modi ma i più attinenti ai nostri argomenti sono recuperare il foglio centrale della lattina tagliando via le due basi e ripiegando all’interno i bordi di appena 2 mm per non farsi male, i fogli possono essere decorati con il decoupage su lamina o con la tecnica dello sbalzo, mentre le linguette si possono trasformare in bracciali, collane, borse, portachiavi, assemblandole tra loro con l’uncinetto

bomboniere pacchetti regalo – i veli, i portaconfetti, i sacchettini, i fiorellini, i nastri di raso, sono fonti preziose di riciclo e servono in tante occasioni per decorazioni o per inventare angioletti, fatine, vestitini.

calze bianche e colorate di bimbe in nilon – si riciclano in fiori, e per fare il corpo di bambole e orsacchiotti da imbottire di ovatta sintetica

cartoncino di biscotti o crackers bianca ondulata – con il cartoncino ondulato dei biscotti o dei crakers si possono decorare degli inviti fatti a mano utilizzando come base un rettangolo di cartoncino semplice   chiuso a metà, per comunione ritagliando e incollando dei simboli come il calice o la croce, per la cresima una colomba, per matrimonio basta ritagliare semplicemente la forma di due anelli incrociati uno sull’altro e un cordoncino bianco ed è subito pronta una bella partecipazione di nozze

Lascia un commento