Decoupage: materiale e attrezzatura indispensabile

Decoupage materiale e attrezzatura indispensabile

Tutto sul decoupage, materiale e attrezzatura indispensabile per iniziare a decorare con forbici carta e colla, in questa guida scopri quello che ti serve davvero.

Lo sapevi che il decoupage nasce come arte povera, con tecniche facili per iniziare, fino ad arrivare a creare lavori artistici  veri e propri.

E inoltre il decoupage è una tra le tecniche decorative antistress più efficaci che conosco, non sono solo io a dirlo anche se l’ho sperimantato personalmente.

Decoupage: attrezzatura di base

Pennelli

Meglio pochi e buoni, comprare dei pennelli di buona qualità facilita di molto il lavoro, quelli economici di solito lasciano le setole dappertutto, nel colore, nella colla e sulla vernice, un inconveniente che può rovinare tutto il tuo lavoro.

Le setole naturali sono indispensabili, per iniziare basta avere 2 pennelli piatti medi, uno per la colla e l’altro per la vernice, 2/3 astuccini che sono i pennelli più piccoli disponibili in varie forme e misure; piatti rotondi, o a punta, nel decoupage servono per realizzare i particolari e ci aiutano a stendere il colore negli angoli e a puntinare nel pittorico.

Pulizia e manutenzione dei pennelli

Se abbiamo sporcato i pennelli con sostanze a base acrilica, è sufficiente lavarli con acqua tiepida e sapone liquido; se abbiamo adoperato sostanze a base di solvente, bisogna prima metterli a bagno nell’alcol strofinandoli con cura sotto l’acqua corrente poi lavarli con il sapone liquido.

Dopo questa operazione consiglio di metterli a bagno in una soluzione di acqua e balsamo per capelli o ammorbidente da bucato per una mezz’ora prima di risciacquarli di nuovo, rimarranno nuovissimi per tanto tempo.

Spugne e rulli di gomma

Per il decoupage sono ottime le spugne economiche da bagno quelle colorate per intenderci, vendute in confezioni multiple, io le taglio a pezzi a seconda dell’uso e della grandezza del lavoro.

Le spugne naturali si usano per i bellissimi effetti che danno nella tecnica della spugnatura, dal momento che sono abbastanza costose meglio prenderne una piccola, per pulirle è sufficiente lavarle subito dopo aver finito con acqua tiepida e sapone.

Ciotole e vasetti

Alcune volte servono delle sfumature di colore particolari che puoi fare da sola mescolando i colori primari e se ti avanza del colore non buttarlo ma conservalo in vasetti di vetro.

Spatole

Si usano per stendere lo stucco, la pasta volume e la pasta sabbiata, di solito servono quelle piccole, al massimo medie, alcune volte utilizzo coltelli di plastica dalla parte liscia e i cucchiai di plastica se voglio fare l’effetto onde nel decoupage materico.

Carta vetrata

E’ indispensabile per i lavori su legno, ma anche per togliere piccole macchie di ruggine sugli oggetti di metallo,
la carta vetrata che si usa più spesso nel decoupage è quella fine che serve a rendere perfettamente liscia la base in legno e per carteggiare la vernice tra una mano e l’altra.

Forbici e taglierini

Le forbici sono molto importanti nel decoupage, le immagini devono essere ritagliate alla perfezione prima di essere incollate, ne servono almeno due, una più grande per tagliare approssimativamente l’immagine dalla carta, piccole tipo manicure o da ricamo per tagliare alla perfezione tutti i contorni.

I particolari troppo difficili da tagliare come le antenne delle farfalle o i pistilli dei fiori è meglio toglierli e rifarli con un pennellino a punta o con il pennarello per cd sottile piuttosto che lasciare intravedere la parte bianca o colorata sul lavoro.

Per togliere i particolari interni invece è preferibile l’uso del taglierino ci sono anche tipo bisturi con una lama particolarmente fine e una comoda impugnatura a penna.

Tagliare facilmente e senza creare danni è indispensabile, consiglio di usare una base d’appoggio per far scivolare meglio la lama, io uso una base di finto vetro in plexiglass.

Dove trovare gli oggetti da decorare

Nei negozi specializzati e anche on line puoi trovare tanti oggetti da decorare a decoupage, vassoi, tavolette, scatole, oggetti in plexiglass, oggetti in vetro, tegoline, vasetti, piattini, orologi.

Se vuoi trovare oggetti da decorare per il tuoi lavori a decoupage particolari e diversi dal solito ti consiglio di fare un giro nei mercatini, grandi magazzini, negozi di casalinghi, fai attenzione alle bottiglie di liquore prima di buttarle ce ne sono di bellissime.

Oggetti di recupero per il decoupage

Hanno un fascino particolare, non c’è niente di più caratteristico che decorare degli oggetti vecchi, come secchi e innaffiatoi di metallo che usavano i nostri nonni in campagna.

Contenitori per il latte, piatti e brocche in metallo smaltato, e che dire poi di cassapanche, mobili piccoli e grandi, non dimentichiamo anche la nostra cucina che è una fonte inesauribile di oggetti da decorare come la vecchia caffettiera, il bricco di latte che non serve più, le padelle da buttar, basta guardare le cose in modo diverso e scatenare l’artista che c’è in te!

Le carte per il decoupage

Decoupage con carte fotocopiate

Per il mio hobby ho costruito un archivio di immagini sul computer, mi piace avere a disposizione molte immagini che modifico in base al lavoro che voglio fare.

Quando acquisto una nuova carta per decoupage, prima di usarla la scannerizzo sul PC, ho una cartella per ogni tipo di immagine come fiori, animali, paesaggi, immagini 3D, frutta, natale, in modo da rendere facile la ricerca.

Il web poi è una grande risorsa di immagini free, non coperte da vincolo di proprietà e che si possono salvare e stampare per uso personale.

Come usare le carte per decoupage stamapate

Se avete una stampante laser usa la carta per il tuo decoupage senza problemi, se invece hai una stampante a getto d’inchiostro, prima di usare la carta spruzzala con la lacca per capelli o con vernice trasparente spray sia davanti che dietro l’immagine.

Alcune volte ho fotocopiato anche sulla carta riso color avorio con un buon risultato, incollando con la colla stick i bordi della carta riso su un foglio di carta A4 ma fate molta attenzione non tutte le stampanti riescono a farlo, si potrebbe anche inceppare.

Un po di fantasia per le carte per decoupage

fogli di carta regalo

Stai molto attenta quando vai in giro per negozi ai fogli di carta da regalo, c’è ne sono di meravigliose e costano pochissimo rispetto alle carte per decoupage.

Ci sono soggetti vari e di ogni tipo come fiori, frutta, animali, per non parlare poi delle carte da regalo per bambini e neonati o di natale dovete solo fare attenzione a scegliere dei soggetti facilmente ritagliabili
decorare con la stoffa.

Un’idea originale è di usare nel decoupage sottovetro immagini di stoffa di cotone, basta ritagliare accuratamente con forbici da ricamo, è una tecnica molto facile,la stoffa prende la forma dell’oggetto e se si sbaglia si può togliere e riposizionare facilmente.

Con la stoffa però si può usare solo la carta riso come copertura e i colori acrilici si possono usare solo per fare il pittorico facendo attenzione a non colorare la stoffa perchè assorbe il colore.

Fotografie nel decoupage

La carta fotografica non può essere usata per il decoupage, bisogna fare una fotocopia a colori con stampante laser o proteggerla come spiegato prima.

Tovaglioli

Sono molto belli, si trovano in tanti motivi e si possono incollare praticamente ovunque, sono molto più facili da incollare su superfici curve e spigolose ma bisogna trattarli delicatamente perchè si potrebbero rompere facilmente.

Al supermercato si trovano dei bellissimi tovaglioli decorati specialmente nel reparto dedicato alle feste di compleanno, nascite, natale e altre occasioni.

La carta riso

E’ una carta straordinaria, resistente come una carta e malleabile come un tovagliolo, è una carta naturale semitrasparente con fibre di riso all’interno della struttura.

Questa carta nasce in colori naturali, bianca e avorio ma negli ultimi anni con l’avvento del decoupage si trova in tutti i colori e anche stampata con immagini di ogni tipo.

I colori

Sono la base di tutta la decorazione del decoupage, ecco quali servono: colori acrilici di buona qualità, devono essere morbidi e setosi e non lasciare segni dopo l’asciugatura, colori ad olio per le sfumature

Decoupage: la colla fai da te

La colla nella tecnica del decoupage è molto importante da essa dipende infatti la buona riuscita di tutto il lavoro, quindi una buona colla è indispensabile per lavorare bene.

In commercio si trovano vari tipi di colla per il decoupage già pronta nella giusta consistenza, se non hai dimistichezza con questi materiali è l’ideale.

C’è la colla vinilica, un prodotto versatile per mille usi, è adatta per tutti i lavori a decoupage, ma bisogna sapere come diluirla

Io uso le confezioni da 1 kg, è molto conveniente rispetto a quella che si trova in cartoleria in formato piccolo quindi la resa è ancora maggiore.

Se non sei una decoratrice seriale 😀 di decoupage puoi acquistare anche la colla in piccolo formato.

Inoltre la colla vinilica (di buona qualità) è multiuso si può usare anche per proteggere i lavori al posto della vernice perchè quando asciuga è trasparente.

Tovaglioli e carta riso: come diluire la colla

Sono molto delicati e necessitano di colla molto diluita pari al 50% acqua e 50% di colla da stendere prima sul supporto e poi sul tovagliolo/carta riso/carta velo con un pennello morbido e piatto senza ripassare troppe volte sullo stesso punto

PER INCOLLARE LA CARTA DA DECOUPAGE
Per la carta classica da decoupage la colla deve essere diluita 5 parti colla e 3 di acqua.

VETRO: COME DILUIRE LA COLLA
Anche nella tecnica del vetro la colla serve abbastanza diluita perché è un materiale che non assorbe e specialmente nella tecnica del sottovetro se la diluizione non è giusta possono rimanere degli aloni biancastri che rovinano irrimediabilmente il lavoro. Diluire come per la tecnica del tovagliolo cioè 5 parti di colla e 4 di acqua.

COLLA PER INCOLLARE LE CARTE NATURALI
Per le carte naturali specialmente quelle con pezzi di foglie e fiori secchi inglobate occorre una diluizione minore 5 parti di colla e 2 di acqua perché è molto spessa e difficile da stendere e far aderire al supporto

Decoupage materiale e attrezzatura indispensabile: le vernici

Ci sono 2 tipi di vernici base, cioè quelle usate per proteggere gli oggetti decorati alla fine del lavoro e cioè le vernici acriliche e le vernici sintetiche.

Vernici acriliche

Come dice la parola stessa, le vernici acriliche sono a base d’acqua e quindi possono essere diluite con acqua, non puzzano e non ingialliscono con il tempo e possono essere applicate anche in casa.

Vernici sintetiche

Si diliuscono con il solvente, e devono essere applicate solo all’aria aperta, con il tempo gli oggetti protetti con la vernice sintetica ingialliscono, sono indispensabili per proteggere ogetti da tenere fuori di casa, all’aperto.

Vernici screpolanti

Servono per fare il craquelè, cioè le crepe che fanno sembrare un oggetto decorato vecchio e usurato dal tempo.

Le crepe sono il risultato di 2 tipi di vernici incompatibili, ci sono diversi modi per creare questo processo, uno è quello di usare vernici sintetiche e acriliche che sono incompatibili.

In commercio ci sono tanti prodotti validi venduti in coppia già pronti per essere utilizzati.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Translate »