chiacchierino tecniche base

chiacchierino tecniche base

chiacchierino tecniche base

il chiacchierino è una tecnica di lavorazione molto fine e delicata, è un pizzo fatto di nodi, archetti e pippiolini, in passato le donne usavano fare meravigliosi centri, pizzi per coperte e lenzuoli, colletti e tramezzi per camice e vestiti oltre a stupende tovaglie e corsie, sempre con  il cotone molto sottile in bianco o ecrù

oggi invece il chiacchierino si è evoluto come tante altre tecniche manuali e viene lavorato con cotone colorato usato sopratutto per creare bellissimi accessori moda come orecchini, bracciali e collane decorati con perle e induriti per una tenuta perfetta

il chiacchierino in inglese viene chiamato tatting che significa parlare molto fitto mentre in francese si chiama frivolitè e il suo significato è frivolezza

il chiacchierino si lavora in due modi, con le navette o ad ago, le due tecniche sono molto diverse l’una dall’altra ma il risultato è sempre uguale

 chiacchierino lavorato con le navette

 

chiacchierino navetta classica

la navetta classica è di forma allungata formata da due parti unite da un perno centrale dove si raccoglie il cotone,  i due bordi della navetta sono uniti e con un semplice gesto delle dita il cotone passa tra le due punte facendo scorrere il cotone necessario di volta in volta

ci sono poi le navette con un uncinetto inserito in una delle due punte per facilitare il passaggio del cotone nei pippiolini

gli altri strumenti sono dei semplici aghi lunghi per il chiacchierino ad ago

come iniziare il lavoro chiacchierino con la navetta

2015-06-27-2979per iniziare il lavoro dopo aver caricato la navetta il primo movimento da fare è prendere la parte iniziale del filo tra il pollice e l’indice e lo si avvolge su tutte le dita formando con il filo un cerchio chiuso

2015-06-27-2980

 

si prende la navetta con la mano destra, la facciamo passare da destra verso sinistra all’interno dell’anello, alzare il dito indice verso l’alto per tendere l’anello e la navetta invece si tende verso il basso

2015-06-27-2981

poi tende il filo avvolto nella mano, si fa scorrere il mezzo nodo sul filo vicino alle dita mentre si riporta indietro la navetta, questa è la prima metà del nodo chiacchierino

2015-06-27-2985

tenendo la prima metà del nodo tra il pollice e l’indice della mano sinistra passare la navetta da destra verso sinistra ma questa volta al di sopra dell’anello

2015-06-27-2986riportare la navetta da sinistra verso destra attraverso l’anello e l’asola formata dal filo stesso della navetta

 

2015-06-27-2987

far scorrere la seconda metà del nodo vicino alla prima allentando la tensione dell’asola sulla mano e tendendo il filo della navetta

i nodi devono sempre scorrere sul filo di lavorazione perchè si devono chiudere in cerchio se il filo non scorre il lavoro non è stato eseguito bene e bisogna ricominciare

per fare i pippiolini bisogna lasciare una distanza di circa 4-5 mm tra un nodo e l’altro che poi una volta avvicinati tra i due nodi si formerà un piccolo archetto chiamato pippiolino

2015-06-27-2991 i pippiolini oltre che come elementi decorativi servono anche da gancio per unire vari elementi di lavoro insieme per poter formare una stellina o un pizzo

una volta eseguiti un certo numero di nodi e pippiolini si dovranno chiudere in cerchio facendo scorrere il filo di base

per lavori più impegnativi ed elaborati si useranno 2 navette contemporaneamente lavorando prima con una e poi con l’altra

centrino chiacchierino chiacchierino tecnica

centrini lavorati a chiacchierino con le navette, lavori eseguiti oltre 40 anni fa dalla mia mamma

i disegni sono tratti dal manuale il chiacchierino ancora volume primo di tantissimi anni fa…..degli anni 60-70, il manuale costava 300 lire!

chiacchierino ad ago

il chiacchierino ad ago è una tecnica di lavorazione alternativa al chiacchierino con le navette, più facile da eseguire ma con delle limitazioni, si possono fare solo lavori di piccole dimensioni

di norma per la tecnica del chiacchierino ad ago occorrono degli aghi appositi molto lunghi ma per imparare i primi movimenti va bene anche un ago da sarta più grande, anche il filo è bene sceglierlo non troppo sottile per prendere confidenza con la tecnica

si inizia inserendo il filo nella cruna dell’ago lasciando 30-40 cm di filo esterno all’ago

chiaccherino ad ago tutorial

  • prendere l’ago tra il pollice e indice della mano destra, tenere bloccato il filo all’inizio dell’ago
  • nell’altra mano tenere il filo sull’indice della mano sinistra e inserire l’ago dal basso verso l’alto formando una catenella, questo è il mezzo nodo
  • per completare il nodo inserire ancora una volta l’ago nel filo dall’alto verso il basso
  • per eseguire un pippiolino lasciate uno spazietto di circa 4-5 mm sull’ago tenendo bloccato il filo con le dita ed eseguire un altro nodo
  • una volta completato il numero dei nodi e pippiolini, sfilare i nodi dall’ago, tirare il filo per stringere i nodi e formare un cerchietto
  • per chiudere il cerchietto inserire l’ago nell’asola di partenza che si è formata all’inizio dell’ago

proseguire il lavoro

chiaccherino ad ago tecnica 2

  • per continuare il lavoro posizionate l’ago all’stremità del cerchietto e proseguite come prima lavorando nodi e pippiolini
  • continuare seguendo lo schema scelto

chiacchierino ad ago tecnica

 piccola stellina realizzata con il chiacchierino ad ago

 

Un commento su “chiacchierino tecniche base”

Lascia un commento